5 consigli per curare il mal di schiena

Scritto da: Lorenzo Creperio

Dott. Creperio fisioterapista tratta mal di schiena nello studio di Milano Dott. Creperio fisioterapista tratta mal di schiena nello studio di Milano

Cos’hanno in comune Winston Churchill, Marie Curie e Leonardo da Vinci? In campi diversi, hanno tutti realizzato grandi imprese e opere, nonostante le avversità delle loro epoche e...la lombalgia.

La lombalgia – più comunemente nota come mal di schiena – è un problema che affligge circa l’80% delle persone in tutto il mondo, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Di base, può essere specifica quando dipende da una patologia, invece aspecifica se non è attribuibile a una causa patologica.

Convivere con il mal di schiena, anche se sei tenace come Churchill, è doloroso, per cui conviene prevenirlo e trattarlo, e in questo la fisioterapia può essere un’alleata preziosa.

Vediamo dunque cinque consigli fisioterapici per non aggiungere il mal di schiena alla lista delle tue avversità quotidiane.

Educazione posturale

Una corretta postura è fondamentale per prevenire e alleviare il mal di schiena. La fisioterapia ti insegna l'importanza di mantenere una postura corretta durante le tue attività quotidiane, come sedersi al computer, sollevare oggetti pesanti, oppure durante l’attività sportiva, come la corsa o la palestra. Modificare le proprie abitudini posturali riduce notevolmente lo stress sulla colonna vertebrale e allevia il sintomo.

Inoltre, l'educazione posturale aumenta la consapevolezza del proprio corpo, aiutando i pazienti a riconoscere e correggere le cattive abitudini posturali che contribuiscono al mal di schiena. Integrando principi di ergonomia nell'ambiente lavorativo e domestico, soprattutto se si lavora spesso da remoto, si può creare un ambiente favorevole alla salute della schiena, migliorando la qualità della vita e riducendo il rischio di recidive del dolore lombare.

Esercizi di rinforzo muscolare e stretching

Grazie a esercizi mirati, i muscoli della schiena e dell'addome “core” si rafforzano così da sostenere meglio la colonna vertebrale. Il dolore lombare, infatti, nasce spesso quando la muscolatura è debole. Un fisioterapista può consigliarti una serie di esercizi personalizzati – focalizzati sulla zona lombare e sui muscoli posteriori della coscia – per migliorare la forza e la flessibilità muscolare, riducendo così il rischio di lombalgia.

Lo stretching regolare contribuisce a mantenere la flessibilità muscolare e migliorare la mobilità articolare.

Praticare esercizi di stretching mirati migliora la flessibilità e la mobilità della colonna vertebrale, dei muscoli paravertebrali e dei muscoli circostanti. Questo aiuta a ridurre la rigidità muscolare e a migliorare la postura, riducendo così la pressione e la tensione sulla schiena.

Inoltre, lo stretching regolare allunga i muscoli contratti o accorciati, comuni nelle persone che soffrono di mal di schiena, riducendo anche il rischio di lesioni. È importante eseguire gli esercizi di stretching correttamente e con cautela, evitando movimenti bruschi o eccessivamente forzati che potrebbero causare danni. Aggiungere lo stretching nella propria quotidianità aiuta a mantenere una schiena sana e prevenire il ritorno del dolore lombare.

Yoga e tecniche di rilassamento

Lo stress e la tensione emotiva possono aggravare il mal di schiena. Le tecniche di rilassamento – come la respirazione profonda, lo yoga o la meditazione – riducono lo stress e alleviano la tensione muscolare, migliorando il benessere psico-fisico.

Lo yoga, in particolare le posizioni Asana aiutano a rafforzare i muscoli della schiena, migliorare la flessibilità e migliorare la postura. Queste posizioni possono essere modificate per adattarsi alle esigenze di ognuno, consentendo a chiunque, indipendentemente dal livello di fitness o di flessibilità, di beneficiare della pratica. Inoltre, lo yoga aumenta la consapevolezza del proprio corpo, migliorando la gestione dello stress e delle tensioni emotive che possono contribuire al mal di schiena.

Corretta mobilità

Un ambiente di lavoro o domestico con una corretta ergonomia fa la differenza nella gestione del mal di schiena. Assicurati di avere una sedia adeguata, un tavolo alla giusta altezza e una postazione di lavoro che non costringa il corpo in posizioni innaturali. Già Winston Churchill aveva nel suo ufficio una scrivania ergonomica.

Termoterapia e Crioterapia

L'applicazione di calore o freddo può essere un rimedio efficace per ridurre l'infiammazione e alleviare il dolore. Il fisioterapista può consigliarti quale approccio sia più adatto al tuo caso.

In sintesi, il mal di schiena può essere gestito e alleviato grazie alla combinazione di interventi fisioterapici e cambiamenti di stile di vita. Tuttavia, è importante consultarsi con un professionista della salute prima di iniziare questo percorso.

Concludendo, possiamo scegliere di avere in comune con Churchill o Curie non la lombalgia, bensì la tenacia e la determinazione di realizzare le nostre piccole e grandi imprese quotidiane, stando anche bene.

Articoli Consigliati

Due persone che scattano durante una partia di calcio

I sintomi del colpo di frusta e l’importanza della fisioterapia

Continua a leggere...

Lorenzo Creperio fa fisioterapia per curare la sciatica ad un paziente nello studio di Milano

Come la fisioterapia cura la sciatica

Continua a leggere...

Anziani che fanno fisioterapia

Sarcopenia: come contrastare la perdita di massa muscolare negli anziani con la fisioterapia

Continua a leggere...

Protesi d'anca movimento da evitare

Protesi d’anca: i movimenti da evitare dopo l’intervento

Continua a leggere...

Vuoi parlare con me o prenotare una visita?

Chiamami al 3472157468

Scrivimi su Whatsapp