Guida completa alla sindrome femoro-rotulea e come trattarla

Scritto da: Lorenzo Creperio

Ragazza che fa running al parco Ragazza che fa running al parco

La sindrome femoro-rotulea è un termine generale usato per descrivere il dolore nella parte anteriore del ginocchio e alla rotula.

È comune nelle persone che fanno sport, anche se ne possono soffrire anche le persone che non praticano sport. È molto comune soprattutto nelle donne e nei giovani.

Uno studio ha riportato che il 55% dei pazienti con questa sindrome erano donne.

La sindrome femoro-rotulea è la causa più comune di dolore al ginocchio nelle atlete e deriva da squilibri di forza nel tracciamento rotuleo durante la flessione e l'estensione del ginocchio.

Un'eccessiva adduzione dell'anca e una rotazione interna durante il carico potrebbero causare la rotazione mediale del ginocchio, l'abduzione della tibia e la pronazione del piede, portando al ginocchio valgo dinamico.

Il ginocchio valgo è correlato alla diminuzione della forza muscolare dell'anca ed è motivo di numerosi infortuni al ginocchio, comprese le rotture del legamento crociato anteriore e la disfunzione dell'articolazione femoro-rotulea.

Il dolore al ginocchio spesso rende difficile fare movimenti come salire le scale, inginocchiarsi e altre semplici attività quotidiane.

La sindrome femoro-rotulea viene spesso curata con trattamenti conservativi, come cambiamenti delle attività svolte, o con la fisioterapia attraverso un programma di esercizi terapeutici.

Studi hanno dimostrato che fare regolarmente esercizi per rafforzare i muscoli della coscia e dell’anca può aiutare.

Si consiglia alle persone che praticano molto sport e hanno dolore al ginocchio di prendersi un periodo di riposo, in modo che il ginocchio possa riprendersi.

Sintomi della sindrome femoro-rotulea

Il dolore è spesso lieve all’inizio e poi peggiora con il passare del tempo. È particolarmente evidente quando si sottopone il ginocchio a sforzo.

Uno studio ha scoperto che la grande maggioranza delle persone con sindrome femoro-rotulea riportava almeno qualche difficoltà con lo squat (93,7%), a scendere le scale (91,2%) e con la corsa (90,8%).

Persone con questa sindrome tendono a salire e scendere le scale con una ridotta flessione del ginocchio.

Più della metà (54,4%) delle persone ha provato dolore stando seduti a lungo; un altro 26,4% ha riferito dolore sedendosi dopo l'esercizio.

Il sintomo più comune della sindrome è un dolore leggero nella parte anteriore del ginocchio.

Questo dolore, che di solito inizia gradualmente ed è spesso correlato all'attività, può essere presente in una o entrambe le ginocchia.

Altri sintomi comuni includono:

Cause della sindrome femoro-rotulea al ginocchio

In molti casi, la sindrome è causata da attività fisiche intense che sottopongono il ginocchio a stress ripetuto, come il Running ad esempio.

Può anche essere provocato da un cambiamento nell'attività fisica, che può essere correlato alla frequenza, ad esempio aumentando il numero di giorni in cui ti alleni ogni settimana, o alla durata o all'intensità dell'attività, ad esempio correndo distanze più lunghe.

Ecco alcuni fattori e problemi che provocano dolore alla parte anteriore della rotula:

Gestione e trattamenti per curare la sindrome femoro-rotulea al ginocchio

Modifiche alle attività sportive

Smetti di fare le attività che ti provocano dolore finché il dolore non scompare. Consiglio di modificare la routine di allenamento, prediligendo sport a basso impatto sulla rotula come il ciclismo, la cyclette e il nuoto.

ragazza con sindrome femoro-rotulea che nuota in una piscina

Modificare la routine di allenamento

Passare ad attività a basso impatto, come andare su cyclette, bicicletta ellittica o nuotare, che sottoporranno l’articolazione del ginocchio a meno stress.

Tutori e plantari

Potrebbe essere necessario indossare un tutore o un plantare per stabilizzare il ginocchio, la caviglia o la parte inferiore della gamba.

I tutori stabilizzano e sostengono l'articolazione del ginocchio.

La fisioterapia per trattare e prevenire la sindrome femoro-rotulea

Il fisioterapista ti mostrerà allungamenti ed esercizi che rafforzano i muscoli intorno alle ginocchia.

Aumentare la forza e la flessibilità dei muscoli quadricipiti sosterrà meglio il ginocchio e aiuterà la rotula a muoversi come dovrebbe.

Lo scopo della riabilitazione è identificare quali fattori influenzano il dolore all'articolazione del ginocchio e correggerli con esercizi mirati.

Il fisioterapista può anche discutere i modi più appropriati per ridurre il dolore durante le attività e consigliare un ritorno graduale allo sport per minimizzare le possibilità che questo problema si ripeta.

La sindrome femoro-rotulea solitamente si risolve con il riposo e la fisioterapia.

Tuttavia, potrebbe ripresentarsi se non si modifica la routine di allenamento o il livello di attività.

La maggior parte delle persone ha bisogno di un mese o due per riprendersi dalla sindrome.

Il fisioterapista ti fornirà una sequenza temporale basata sulle tue esigenze specifiche, sulla tua forza e sul tuo livello di attività.

È essenziale mantenere un adeguato condizionamento dei muscoli attorno al ginocchio e all'anca, in particolare i quadricipiti, gli abduttori dell'anca e i muscoli rotatori esterni dell'anca.

Qualche consiglio per prevenire il ritorno del dolore al ginocchio femoro-rotuleo:

Vuoi iniziare subito la tua fisioterapia?

Lavorare con il tuo fisioterapista ti permette di seguire un piano personalizzato di esercizi per un corretto recupero senza correre il rischio di ricadute: contattami se hai bisogno di un fisioterapista sportivo a Milano per la sindrome femoro-rotulea al ginocchio. Offro anche un servizio di fisioterapia a domicilio a Milano!

Chiama ora o scrivimi su Whatsapp per prenotare una visita o per richiedere maggiori informazioni!

Articoli Consigliati

Due persone che scattano durante una partia di calcio

Guida completa allo strappo dei muscoli posteriori della coscia

Continua a leggere...

Anziani che fanno fisioterapia

Sarcopenia: come contrastare la perdita di massa muscolare negli anziani con la fisioterapia

Continua a leggere...

Protesi d'anca movimento da evitare

Protesi d’anca: i movimenti da evitare dopo l’intervento

Continua a leggere...

Dott. Creperio fisioterapista tratta mal di schiena nello studio di Milano

5 Consigli per curare il mal di schiena

Continua a leggere...

Vuoi parlare con me o prenotare una visita?

Chiamami al 3472157468

Scrivimi su Whatsapp